Pavimenti in resine gobetto

# i nostri lavori: cambio tutto! metto le resine gobetto

dati tecnici lavoro:

  • data: Novembre 2018
  • luogo: Roma
  • Effetti scelti: grigio Aosta+diorite
  • durata lavoro: circa 7gg

Poche volte abbiamo avuto a che fare con persone decise e ferme nelle loro convinzioni. Una mattina ci chiamano al telefono e dall’altra parte del cavo c’è Simone che ci dice che vuole mettere una resina sul suo pavimento di casa che proprio non gli piace.

Sapevi che puoi ricoprire il vecchio pavimento con delle resine?

Ha poche idee riguardo le resine, ma avendo visto su Facebook la nostra pagina,  vorrebbe venire a trovarci per capire la differenza fra le resine gobetto e materika (le due marche che trattiamo maggiormente).

Detto fatto, ci chiama la mattina e la sera abbiamo già programmato quando fare il lavoro a casa sua e che tipo di resina fargli.

A lui sono piaciuti gli effetti proposti dalle resine gobetto. 

#Trasformazione in pavimento in resina: la procedura che abbiamo usato

Come spesso accade il lavoro è stato quello di levigare le vecchie mattonelle (come sai per “montare” una resina non occorre togliere il vecchio pavimento, ci andiamo direttamente sopra) e poi applicare man mano gli strati di resina necessari ad ottenere gli effetti desiderati.

Nel caso specifico, in questo appartamento le resine gobetto messe erano di due tipi. Nella camera da letto e nel bagno abbiamo applicato una resina dega spatolato “grigio Aosta” (quindi una particolare tonalità di grigio ottenibile tramite la miscelazione di due colori proposti da Gobetto) in salone Simone ha voluto un effetto “dark” e quindi abbiamo applicato la resina gobetto effetto diorite

in questo caso il lavoro è stato leggermente rallentato a causa dell’umidità presente in casa, purtroppo mancavano le finestre e quindi ci siamo dovuti attrezzare con teli di plastica che sono stati utili solo ad evitare che la pioggia caduta in quei giorni non intaccasse il nostro lavoro.

In ogni caso un sapiente uso dei condizionatori d’aria ci ha aiutati a finire il lavoro con soli tre giorni di ritardo sulla tabella di marcia

La famiglia Gobetto è stata la prima a credere nelle resine a metà del secolo scorso, importandole prima e producendole poi. Oggi una resina Gobetto è il massimo che si possa scegliere per casa propria

il lavoro si è poi concluso applicando una finitura lucida.

Non tutti sanno che, la finitura di una resina (per intenderci la “vernice” trasparente che viene applicata) può essere di due tipi, opaca o lucida.

La differenza è principalmente estetica e molto soggettiva.

Nel caso di Simone, che ha un arredamento molto moderno la finitura lucida era d’obbligo.

vantaggi di un pavimento in resina

  • può essere realizzato su tutte le superfici
  • puoi rivestire anche mobili, pareti e rivestimenti
  • puoi scegliere tu il colore che preferisci fra centinaia di soluzioni RAL o NCS
  • è facile da pulire
  • molto resistente all’usura e al calpestio
  • non ingiallisce col tempo
  • nel caso dovessi fare delle opere edili (es. sostituzioni scarichi o tubazioni) è facilmente ripristinabile
  • si adatta a tutte le situazioni

per preventivi e informazioni contattaci

forse potrebbe interessarti anche:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Call Now Buttonchiamaci ora
Torna su