I pavimenti in resina per le abitazioni, tutto quello che c’è da sapere

Negli ultimi anni sono molti coloro che optano per pavimenti in resina nella propria abitazione. Tanti, infatti, sono i vantaggi di un materiale che garantisce sempre buoni risultati a prezzi contenuti. Ma quali sono le cose che vale la pena sapere sui pavimenti in resina per le abitazioni? Prima di imbarcarsi in un lavoro di questo tipo, insomma, occorre valutare bene tutti gli aspetti in modo da non incappare poi in brutte sorprese. L’aiuto di un esperto può fare la differenza nell’illustrare le caratteristiche essenziali della resina e tutto quello che ruota intorno alla sua messa in opera.

Cosa sapere sui pavimenti in resina

I pavimenti in resina per le abitazioni sono un’alternativa piuttosto recente. Non perché questo materiale prima non esistesse ma perché il suo impiego era prima riferito a spazi esterni, grandi capannoni industriali (con le resine industriali) e, in generale, pavimenti “ad alto calpestio”. Poi si è invece capito che la resina avrebbe potuto garantire numerosi vantaggi anche se impiegata in appartamenti e loft, ed ecco spiegato perché negli ultimi anni l’impiego della resina per le pavimentazioni delle varie abitazioni è aumentato sempre di più.

Vantaggi dei pavimenti in resina

La resina è un materiale a lunga durata in quanto molto resistente. Garantisce costi contenuti rispetto ad altri tipi di pavimentazioni e la sua messa in posa non obbliga a fare lavori di smantellatura con tutti i disagi e costi che ne conseguono per chi abita in casa. Pochi operai in giro per casa e tempi di lavoro certi che variano in base alle superfici da trattare ma che arrivano in media a 7-10 giorni aspetti, questi, assolutamente da tenere in considerazione. Essendo liscia, e priva di fughe la pavimentazione in resina è anche molto semplice da pulire e garantisce un elevato livello di igienicità, al contrario delle piastrelle in ceramica o in gres, per esempio.

Essendo elastica e con uno spessore che non supera i 3mm, la resina si rivela la soluzione ideale anche per quegli ambienti in cui l’impianto di riscaldamento è a pavimento o in cui si ha poca “aria” tra porta e pavimento. Ma non è tutto, perché un altro vantaggio a considerare della resina è la sua estrema versatilità. Consultandosi con un professionista sarà infatti possibile personalizzare le pavimentazioni, rendendole in linea con l’arredamento della casa. La resina per pavimenti interni può essere liscia o ruvida, lucida, opaca, satinata e rappresenta dunque, a tutti gli effetti, un elemento di decorazione importante.

Aspetti da valutare

Quando si decide di affidarsi a pavimentazioni in resina per la propria abitazione, è assolutamente necessario considerare alcuni aspetti. La resina è un materiale resistente che di rado subirà delle trasformazioni nel corso del tempo. Tuttavia, proprio per il grande successo di questo materiale, il mercato sta venendo invaso da prodotti qualitativamente non elevati che sul lungo periodo potrebbero riservare delle sorprese.

Fatevi dunque consigliare da un esperto prima di scegliere il tipo di resina che in fase di sopralluogo valuterà al meglio il sottofondo su cui avrete intenzione di posarla e le caratteristiche che questa superficie dovrà avere.

Gli inconvenienti dei pavimenti in resina per le abitazioni sono davvero pochissimi, tuttavia è sempre bene informarsi al meglio prima di affrontare un tipo di lavoro come quello che porta alla messa in opera delle pavimentazioni in resina.

Contattaci o chiama il numero verde qualora avessi bisogno di un consiglio o di un preventivo gratuito, saremo felici di suggerirti la soluzione migliore per risolvere il tuo problema.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo e metti like alla nostra pagina facebook!