Pavimenti in resina Roma

domande frequenti sui pavimenti in resina e microcemento

Che resistenza hanno questi tipi di pavimenti ?

Sia le resine che i microcementi, se posati da professionisti e nel rispetto delle indicazioni tecniche fornite dal produttore, sono resistenti tanto quanto un qualsiasi altro pavimento in marmo, grès, parquet o cotto.

In fase di posa, vengono armate con una maglia in fibra di vetro che permette al pavimento di avere una struttura “portante” e non consentirà fratture di alcun genere.

Aspetto fondamentale affinchè un pavimento in resina o microcemento che sia è il sottofondo sul quale viene posato. Un bravo posatore sa quando rinunciare ad un lavoro sconsigliando al cliente di continuare nell’applicazione del pavimento.

su quali supporti è possibile applicare le resine ed i microcementi?

Possono essere applicate su quasi tutti i tipi di supporto, come malta cementizia, auto livellante, pavimenti in marmo, pavimenti alla veneziana, graniglia,  piastrelle, pavimenti in cotto,  cartongesso o gesso.

Può essere applicato su superfici verticali, orizzontali, in spazi interni ed esterni.

Sconsigliamo l’applicazione su superfici in legno e comunque su superfici in cui è possibile possa esserci il rischio di dilatazioni di vario tipo.

Chiaramente la superficie deve essere asciutta non deve esserci umidità di risalita deve essere priva di  di polvere e grassi.

La planimetria del supporto determinerà l’aspetto finale.

E' possibile applicare le resine o i microcementi sui pavimenti radianti?

Si, è possibile applicarle anche su pavimenti radianti.

Fondamentale è seguire il protocollo di accensione del pavimento.

Dovrai far accendere il pavimento radiante non prima che siano trascorse 4 settimane dalla posa della malta cementizia, una volta acceso dovrai mantenere l’acqua d’ingresso a 25° per due o tre giorni, successivamente dovrai portarla sino a 45° per almeno altri 5 giorni.

Prima della posa si dovrà attendere almeno 48 ore con riscaldamento spento.

Una volta applicata la resina o il microcemento occorrerà attendere almeno 5 giorni prima di riaccendere il riscaldamento.

 

Sono materiali impermeabili o infiammabili?

 

Le resine o il microcemento non sono materiali infiammabili, tuttavia un contatto prolungato con una fiamma puo farne annerire la superficie. 

Sono materiali scivolosi?

A seconda del tipo di finitura la superficie sarà più o meno scivolosa, noi ad esempio nei piatti doccia o nelle vasche consigliamo le finiture basi come microstone o materika ma in ogni modo è possibile applicare delle finiture antiscivolo al termine del lavoro.

Che spessore raggiunge una resina o un microcemento?

Generalmente lo spessore massimo raggiungibile è di circa 2-3mm al massimo. Superfici maggiori andranno raggiunte realizzando una base di fondo con malta cementizia. L’eventuale piallatura delle porte dipenderà dallo spessore finale raggiunto dal pavimento.

Quanti giorni occorrono per realizzare un pavimento in resina o microcemento?

In genere occorrono dai 7 ai 10 giorni di lavoro, queste tempistiche sono necessarie per poter permettere al materiale di asciugare e “tirare” nel modo corretto.

Le resine ed i microcementi, maturano nel giro di 7 giorni.

Possono essere fatte riparazioni localizzate?

Si, è possibile fare delle riparazioni localizzate; di base però sappi che applicare una resina “fresca” su di una resina vissuta è sempre un qualcosa che sarà visibile. Nei casi estremi, ad esempio riparazioni molto grandi, è consigliabile ripassare la resina su tutta la superficie 

Sono resistenti ai detergenti ed agli acidi?

Le resine ed i microcementi resistono alla maggior parte degli aggressivi acidi ed alcalini. Da test effettuati possiamo affermare che resistono praticamente a quasi tutto, in questo video puoi vedere i nostri test.

Come si puliscono?

Come per tutti i pavimenti basta un sapone neutro, se volessi qualcosa di piùprofessionale puoi scegliere il nostro sapone studiato appositamente per manutenere e pulire i nostri pavimenti.

Call Now Buttonchiamaci ora
Torna su