Come pulire un pavimento in resina

qualche piccolo consiglio per mantenere sempre pulito il tuo pavimento in resina e non impazzire!

Scriviamo questo articolo in quanto spesso veniamo chiamati  da persone che hanno un pavimento in resina in casa e non sanno come pulirlo.

Per prima cosa dobbiamo capire come è fatto il pavimento in resina e solo poi ti spiegheremo come pulirlo.

 

Come sono fatti i pavimenti in resina?

le resine sono principalmente di due tipi.

resine acriliche monocomponenti  e resine epossidiche, in realtà ce ne sarebbero anche di altri tipi, ma solitamente nelle nostre case sono queste due che sono usate maggiormente.

Le resine acricliche sono resine in pasta che si applicano con la spatola. 

hanno uno spessore di qualche mm (generalmente 3 o 4 mm) sono armate con una rete (un pò come fa l’imbianchino quando sistema le pareti di casa) e sono poi verniciate con delle vernici bicomponenti o della cera che servono a dare solidità e protezione al pavimento.

Le resine epossidiche, sono applicate a colata (si “cola” letteralmente la resina sul pavimento che poi si “autolivella”) oppure vengono applicate a rullo, come se stessimo verniciando il pavimento.

A seconda che siano a colata o a rullo possono avere spessori diversi. 

Nel primo caso da qualche mm a qualche cm (in commercio ci sono resine a colata che permettono di arrivare a 5 cm in un unica colata) e nel secondo caso meno di un mm o “intorno” al mm.

Anche in questo caso, al termine vengono applicate delle cere o delle vernici poliuretaniche a protezione della resina stessa. 

quindi come pulire un pavimento in resina ?

Per prima cosa devi effettuare una accurata spolveratura della superficie, un aspirapolvere o un panno tipo swiffer faranno al caso tuo; poi per il lavaggio il nostro consiglio è sempre lo stesso:

Utilizzare detergenti neutri (ph neutro).

Inutile usare detergenti super costosi trovati in rete… quello che devi pulire è uno sporco superficiale, quindi un detersivo poco o per niente aggressivo farà al caso tuo.

Non intaccherà la protezione e si limiterà a pulirla.

Noi sconsigliamo “lavaincera”, non perchè non siano dei buoni prodotti, ma perchè per poter essere utilizzati al meglio andrebbero applicati su una superficie p-e-r-f-e-t-t-a-m-e-n-t-e pulita (non una passata si straccio e via) perchè al lungo andare la cera contenuta nel lava incera “cristallizzerebbe” lo sporco lasciandolo sotto lo strato di cera e per poi toglierlo deve intervenire una società specializzata con macchinari e quant’altro che lavi via la cera e la rimetta.

Bene! speriamo di verti chiarito un pò le idee, se avessi comunque qualche dubbio scrivi nei commenti o contattaci e saremo felici di risponderti!

Se ti fosse piaciuto questo articolo, condividilo e metti un bel “pollice su” sulla nostra pagina facebook o instagram 

forse potrebbe interessarti anche:

Call Now Buttonchiamaci ora
Torna su