pareti in microcemento

# i nostri lavori: applicazione di microcemento su pareti verticali

dati tecnici lavoro:

  • data: Novembre 2018
  • luogo: Roma
  • ral scelto: 8019
  • durata lavoro: circa 4 gg

Stanca del tuo vecchio pavimento? non smantellarlo! trasformalo

 

Questa volta siamo stati chiamati a decorare con del microcemento delle pareti verticali di un appartamento in ristrutturazione qui a Roma.

Il materiale prescelto dall’architetto e dalla committente era un microcemento della marca Elekta. Questo materiale è particolarmente versatile e una volta applicato dona alla superficie trattata un effetto “disomogeneo” “cementizio” che rende la parete (o il pavimento qualora lo si applicasse sul pavimento) come se fosse stata lasciata con il “cemento a vista” ma colorata con il colore che si preferisce.

#cos'è il microcemento?

Prima di iniziare a descrivere la fase di lavorazione utilizzata, occorre capire in cosa consiste il microcemento e in cosa si differenzia dalle  resine.

In realtà le differenze con le resine sono veramente minime, si potrebbe dire che i due prodotti vadano a “braccetto” e l’una non esclude l’altra.

Il microcemento, in linea generale, è un composto a base di granuli di resine, materiali inertizzanti e cementi. Si differenzia dalle resine per via del fatto che una volta finito la sua superficie non è “omogenea” come quella dei pavimenti realizzati con le resine tradizionali ma risulta essere “sregolata”.

Un mito da sfatare -a nostro parere- è quello che vede il microcemento più resistente delle resine.

Non è vero! Il fatto che all’interno contenga  polvere di cemento sicuramente dona resistenza e compattezza, tuttavia anche le resine contengo al proprio interno componenti come il quarzo che sortiscono lo stesso effetto.

# pareti microcemento: la lavorazione utilizzata

la prima cosa che abbiamo fatto è stato conoscere il prodotto che ci era stato proposto di applicare.

Il microcemento elekta g40 ci era completamente estraneo, non avendolo mai utilizzato.

Conoscevamo la marca “Elekta” e sapevamo fosse particolarmente affidabile, tuttavia dovevamo fare dei test prima di impegnarci.

Quindi abbiamo iniziato con delle prove in laboratorio dove abbiamo testato la facilità di applicazione del prodotto e la possibilità di colorarlo con colori diversi da quelli standard proposti dalla casa produttrice.

In questo va detto che il servizio assistenza clienti di Eletta è stato veramente fondamentale per portarci a comprendere questo materiale.

Una volta stabilita la tecnica da usare e individuata la tonalità del colore che piaceva al cliente abbiamo proceduto con l’applicazione sul posto.

come spesso accade un conto è fare dei test su tavole da 40cm di lato un altro è lavorare su una parete di 15 mq.

Il microcemento ha dei tempi di asciugatura molto più rapidi rispetto alle resine e non permette errori nella fase di applicazione.

Noi purtroppo ci siamo scontrati con queste due realtà e l’applicazione del microcemento all’inizio non è stata fatta a regola d’arte.

Quindi abbiamo dovuto ricominciare e rifare il lavoro “ex novo” un paio di volte.

La prima volta non eravamo convinti dell’effetto dell’effetto della finitura (forse troppo esagerata e marcata), la seconda volta la parete era quasi perfetta ma poi una volta asciugatasi aveva mostrato un punto di attaccatura fra una mano e l’altra (dovuto al tempo di asciugatura troppo stretto che aveva reso visibile il sormonto), tuttavia ci stavamo avvicinando a fare centro.

L’obiettivo è stato raggiunto  al terzo tentativo.

Effetto screziato come voleva l’architetto e colore perfetto come desideravano i clienti.

Quest’ultimi sono rimasti cosi soddisfatti che hanno deciso di proporci di rivestire anche la porta della camera, in modo tale che cosi tutta la parete fosse uniforme.

Qui trovate il resoconto di quest’altro lavoro. 

vantaggi di un pavimento in microcemento

  • può essere realizzato su tutte le superfici
  • puoi rivestire anche mobili, pareti e rivestimenti
  • puoi scegliere tu il colore che preferisci fra centinaia di soluzioni RAL o NCS
  • è facile da pulire
  • molto resistente all’usura e al calpestio
  • non ingiallisce col tempo
  • nel caso dovessi fare delle opere edili (es. sostituzioni scarichi o tubazioni) è facilmente ripristinabile
  • si adatta a tutte le situazioni

per preventivi e informazioni contattaci

forse potrebbe interessarti anche:

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn