Breve guida per una scelta consapevole del tuo nuovo pavimento in resina

Un pavimento in resina è molto bello, diverso dagli altri pavimenti come quelli in parquet o in marmo e viene scelto dalla maggiro parte dei nostri clienti perchè permette di esprimere in pieno la propria personalità.

in questo articolo abbiamo pensato di elencare le tre tipologie di resine per pavimenti che potrai scegliere per casa tua, il tuo negozio magazzino etc.

Epossidica, a colata, in pasta, in microcemento.. ad ognuno il proprio pavimento in resina

le resine sono dei materiali sintetici composti a base di inerti resinoidi che una volta asciugati e compattati diventano resistenti al calpestio allo strusciamento e all’usura. 

Quando ci si avvicina alla scelta di un pavimento in resina, la prima cosa da dover fare è capire le differenze fra un materiale e l’altro in modo da poter fare una scelta consapevole.

resine epossidiche

Le resine epossidiche sono prodotti applicati a rullo e che hanno uno spessore di pochi micron,  sono resine carrabili (ci si può camminare sopra con delle autovetture) e si applicano su superfici perfettamente planari.

Sono particolarmente indicate nei casi in cui si desidera ottenere un effetto omogeneo ed uniforme in cui non sono visibili segni di applicazione del prodotto.

Più la base del pavimento è uniforme e compatta migliore sarà l’effetto visivo finale, in quanto questo materiale “legge” qualsiasi imperfezione (come ad esempio buchi, avvallamenti, sormonti etc) della superficie su cui viene applicata.

resina a colata

Molto simile, per certi versi, alla resina epossidica, questa resina è l’ideale nei casi in cui si desideri un pavimento all’interno del quale possono essere inglobati oggetti, fotografie per creare effetti visivi scenografici come le resine 3d .

In questo caso non è indispensabile avere una superficie “perfetta”come richiesto per i pavimenti in resina epossidica in quanto questo materiale viene “colato” sul pavimento e può raggiungere spessore di diversi millimetri che vanno a coprire la superficie sulla quale viene adagiata.

E’ una lavorazione particolarmente interessante e laboriosa, economicamente molto più impegnativa delle altre ripologie di resine,

resina e microcemento

Questi due prodotti si differenziano sostanzialemnte nella composizione e nell’effetto visivo finale, 

Il microcemento riproduce un effetto molto rustico ed “irregolare”, i pavimenti in resina donano un effetto più omogeneo o lavorato in modo simile e allo stesso tempo di verso dal microcemento.

In entrambi i casi i due materiali vengono applicati manualmente con l’americana, una specie di spatola, e raggiungono uno spessore di 3 mm.

Sono armati con fibra di vetro e possono essere applicati su qualsiasi tipologia di superficie come piastrelle, pavimenti, marmo etc.

Queste resine sono l’ideale per rivestire qualsiasi tipo di superficie e sono molto indicate per appartamenti e negozi.

 

Queste sono le differenze principali, tuttavia il mondo dlele resine è molto più vasto ed articolato, pertanto se volessi ricevere ulteriori informazioni contattaci al numero verde 800971727 o compila il form e ti richiameremo entro poco tempo. 

richiesta preventivo

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
forse potrebbe interessarti anche